Banner Top

Login

Fruit Attraction(Madrid):il futuro è sempre più uva apirena

Carlo Fideghelli Carlo Fideghelli

Anche dalla edizione 2016 di Fruit Attraction, conclusasi il 7 ottobre, è arrivata la conferma che la scelta delle uve apirene è irreversibile, o quasi. Il passaggio è in atto ormai a livello mondiale confermando così una rivoluzione produttiva quasi imposta dai gusti dei consumatori e dalle scelte delle grandi catene di Gdo. A Madrid ne hanno riparlato anche il  professor Carlo Fideghelli,  recentemente in Puglia per la presentazione della Rete International Variety Club, del cui comitato tecnico scientifico è presidente,   e Maurizio Ventura, manager di Sun World per l'Europa. Il più diretto è stato quest'ultimo ricordando la scelta delle uve apirene che sono già un fatto acquisito nei mercati del nord Europa ed in  quelli anglosassoni:"Appena la Germania la farà - ha detto-  per l'uva tradizionale sarà dura". Resta il tema di incrementare i consumi di uva e per questo Ventura ha suggerito anche il ricorso a confezioni da 130 grammi, facile da mangiare fuori casa, come a scuola e in ufficio. Deve essere una confezione richiudibile, maneggevole e l'uva deve essere già lavata". Quindi servizio al consumatore ultra affinato.

Fideghelli, da parte sua,  ha definito decisiva l'alleanza  fra pubblico e privato  come quella tra "mondo produttivo, commerciale, vivaistico, e Università di Bari, Catania e del Crsfa Basile Caramia di Locorotondo che  può portare alla costituzione di varietà libere da royalties e più adattabili a clima e vocazionalità dei territori".

 

Ultima modifica ilSabato, 08 Ottobre 2016 11:10
Devi effettuare il login per inviare commenti

Bari

Banner 468 x 60 px